Come seminare un nuovo prato: la guida completa

Saper seminare un nuovo prato è un’abilità utile da avere, non importa se ti stai trasferendo in una nuova casa, se stai ristrutturando quella attuale, o se vuoi solo coltivare il tuo pollice verde. Un prato verde lussureggiante è spesso la prima cosa che la gente nota della tua casa, e un’erba ben curata può aumentare notevolmente il valore della tua proprietà. Con qualche tocco personale, puoi farla tua.

Anche se all’inizio può sembrare un compito scoraggiante, piantare o rinnovare il tuo prato è relativamente semplice se suddiviso in pochi passi facili da seguire.

Zolle e semi

Per prima cosa, devi decidere se vuoi usare semi d’erba o zolle sul tuo prato.

Cominciamo con la zolla, poiché i semi d’erba sono relativamente autoesplicativi. La zolla, nota anche come erba istantanea del prato o del manto erboso, è un’erba arrotolata che offre diversi vantaggi rispetto ai semi di erba. Il più ovvio è che è molto più veloce da fissare e dà l’aspetto di un prato finito all’istante. Inoltre, la zolla di qualità ha pochi o nessun seme di erbaccia presente, il che può far risparmiare grandi mal di testa (e mal di schiena) lungo il percorso. Inoltre, poiché è più calorosa dell’erba giovane, la zolla può essere installata in quasi tutti i periodi dell’anno, a patto che il terreno non sia congelato o esposto a calore estremo. Tuttavia, non è senza svantaggi.

Per la sua comodità, la zolla è inizialmente più costosa dei semi d’erba e richiede manodopera per l’installazione. Anche le scelte di erba sono limitate, perché la maggior parte dei coltivatori di zolle coltivano i loro prodotti in pieno sole. Ciò significa che se il tuo prato è ombreggiato da case o grandi alberi, la zolla potrebbe non prosperare così come i semi progettati per questi ambienti. La zolla ombrosa è disponibile in alcune aree, ma non è sempre facile da trovare.

Al contrario, i sementi d’erba è più semplice, più economico, meno laborioso all’inizio, e offre più scelta quando si tratta di varietà di erba. Richiede però una manutenzione più costante e le possibilità di contaminazione da erbacce sono più elevate. Forse l’inconveniente più notevole è che questo metodo ha una finestra definita per il successo, poiché le temperature estreme possono portare a risultati disomogenei o al completo fallimento del seme.

Come preparare il prato per l’erba nuova

Non importa quale metodo scegli per coltivare il tuo nuovo prato, la preparazione iniziale è relativamente costante. Segui questi passi:

  • Per prima cosa, rimuovi i detriti e la vegetazione esistente, cioè le erbacce e l’erba. Lo si può fare fisicamente, con una torcia a fiamma, con un rimedio casalingo o con un erbicida non selettivo. Se usi prodotti chimici, ricordati di aspettare che i composti diventino inerti prima di piantare (controlla le etichette dei prodotti per questa informazione).
  • Ripeti il primo passo, finché il terreno non sarà finito, e controlla di nuovo per assicurarti che tutti i semi rimanenti siano spariti. In questo modo si garantisce un prato privo di erbacce a lungo termine.
  • Una volta che l’area è libera dalla vegetazione, si è pronti a seminare.

Come seminare un prato con la zolla

  • Fino ai primi due centimetri di terreno con una zappa o un rastrello. Se necessario, aggiungi del terriccio per la semina alla parte superiore del tuo terreno esistente.
  • Livella il terreno. Eventuali cunette o dossi potrebbero rimanere lì per anni e possono apparire sgradevoli.
  • Se non utilizzi il terreno di semina, applica fertilizzante, acqua, e finisci il terreno.
  • Srotola la zolla. Tieni i bordi stretti l’uno contro l’altro, ma non sovrapporli.
  • Utilizza un rullo da prato per lisciare e rassodare la zolla, collegandola al terreno sottostante e facilitando il contatto con le radici. Mantieni la zolla umida per le prime due settimane dopo l’applicazione per aiutare ulteriormente la crescita delle radici.

Come seminare un prato con i semi

  • Fino ai primi due centimetri di terreno con una zappa o un rastrello. Se necessario, aggiungi del terriccio per la semina alla parte superiore del tuo terreno esistente.
  • Livella il terreno. Eventuali cunette o dossi potrebbero rimanere lì per anni e possono apparire sgradevoli.
  • Se non utilizzi il terreno di semina, applica fertilizzante, acqua, e finisci il terreno.
  • Dividi in due parti uguali il tuo seminativo. Spalma una metà andando in una direzione, con l’altra metà andando ad angolo retto nell’altra direzione. Questo schema incrociato garantisce una copertura uniforme su tutto il prato. Per una maggiore precisione, usa un spargitore a goccia.
  • Pianta i semi con un rullo da prato. Per una maggiore protezione, copri i semi con 1/4 di pollice di muschio di torba o compost. Questo impedisce ai semi di lavarsi via, impedisce agli uccelli di mangiarli e trattiene anche l’umidità.
  • Immergi delicatamente il terreno a circa sei centimetri di profondità dopo la semina, e mantieni i semi umidi fino a quando l’erba ha germinato. Questo dovrebbe richiedere circa due settimane. Continua a innaffiare leggermente tre o quattro volte al giorno fino a quando l’erba è di circa mezzo centimetro di altezza, quindi mantieni il livello normale.

Come prendersi cura dell’erba nuova

  • Una regola fondamentale per innaffiare: Una volta che l’erba è abbastanza alta da poterla falciare, bisogna innaffiare circa ogni settimana.
  • Innaffia il prato la mattina presto. Farlo di notte mantiene l’acqua stagnante, il che aumenta il rischio di muffe e funghi, e innaffiare a mezzogiorno aumenta il rischio di evaporazione. Inoltre, innaffiare in profondità e raramente, invece che con leggerezza e più spesso, migliora la salute delle radici.
  • Mantieni le lame del tosaerba affilate e non tagliare più di un terzo della lama dell’erba alla volta per evitare di urtare l’erba.
  • Concima ogni quattro-sei settimane con un fertilizzante.

Lista della spesa per la cura del prato

  • Piantare un nuovo prato è incredibilmente gratificante, ma è un prezzo da pagare per le mani. Investi in guanti da giardinaggio di alta qualità per stare al sicuro da spine, bastoni appuntiti, luce solare e abrasioni.
  • Un robusto rastrello o un coltivatore ti aiuterà a coltivare il prato prima di piantarlo. Questo è un passo necessario per rimuovere la vegetazione indesiderata, sciogliere lo sporco e arieggiare il terreno.
  • Un rullo da prato è il modo più efficiente sia per rincalzare i nuovi semi di erba che per assicurare la zolla al terreno sottostante. Riempi il rullo da prato con acqua se è necessario un peso maggiore per finire il lavoro. Scegli tra i modelli di traino che si agganciano alle attrezzature motorizzate o le semplici versioni push/pull.
  • I concimatori sono estremamente utili per distribuire uniformemente i semi d’erba su un’area. Disponibili nelle versioni a rullo e a mano, questi spandiconcime sono regolabili per diverse velocità di caduta. Ideali per semi d’erba o fertilizzanti!
  • Il fertilizzante è necessario per mantenere un prato sano e pieno. I fertilizzanti per prato sono tipicamente ricchi di azoto, che è molto solubile in acqua e favorisce la crescita verde e fogliare.
  • Il tuo prato non sopravviverà senza acqua, e un irrigatore rotante regolabile aiuta a rimanere irrigato sia nella fase di semina che quando è completamente sviluppato. Sei interessato a un controllo ancora maggiore? Prendi in considerazione un controller per irrigazione multizona.