Dolby Atmos: cos’è, come funziona e perché è così importante?

Le tecnologie Dolby per il suono surround – la magia che fa vivere le colonne sonore di film e TV attraverso molteplici altoparlanti posizionati in modo strategico – sono in circolazione da anni, ma recentemente hanno sviluppato una nuova tecnologia audio che è a dir poco rivoluzionaria: Dolby Atmos.

Dolby Atmos: cos’è

Con questa nuova tecnologia, Dolby ha inaugurato una nuova era di audio home theater che si adatta a qualsiasi ambiente con quello che hanno soprannominato “audio a oggetti”.

Il Dolby Atmos trasforma qualsiasi colonna sonora in un’esperienza, ma non tutti gli Atmos sono uguali, quindi quando si acquista, è importante essere in grado di capire la differenza tra le specifiche tecniche e il gergo del marketing. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul Dolby Atmos: cos’è, cosa non è e come si può usare per migliorare il proprio home theater.

Dolby Atmos: come funziona

Mentre è facile confondere il Dolby Atmos con un formato sonoro come il Dolby Digital o il Digital Theater Sound (DTS), in realtà il termine Dolby Atmos significa che un formato sonoro esistente include informazioni sull’altezza dei suoni. L’altezza del suono è un concetto relativamente nuovo, quindi cerchiamo di capire cosa significa.

Una tipica configurazione di suono surround ha o cinque altoparlanti e un subwoofer, o sette altoparlanti e un subwoofer (per questo motivo alcuni suoni surround sono definiti come 5.1 o 7.1).

Con una colonna sonora standard di un film o di uno spettacolo televisivo, il suono è progettato per passare attraverso specifici altoparlanti, così, ad esempio, la maggior parte dei dialoghi sarà ascoltata attraverso l’altoparlante del canale centrale, mentre gli effetti sonori sono più comunemente udibili negli altoparlanti posteriori o laterali.

Tieni presente che una configurazione 5.1 o 7.1 può funzionare con più formati audio, quindi, ad esempio, se stai guardando la TV da un decoder via cavo, il suono è probabilmente fornito in audio 5.1 in formato Dolby Digital, ma se stai riproducendo un DVD, può avere audio 5.1 in formato DTS.

Ora, il Dolby Atmos prende le colonne sonore standard 5.1 e 7.1 e aggiunge “dati di altezza”, di solito attraverso due o quattro altoparlanti aggiuntivi che sono montati a soffitto o posizionati ad angolo sopra altri altoparlanti. I dati relativi all’altezza indicano ai diffusori dove dovrebbero avvenire i suoni nella stanza, e non solo da quale diffusore dovrebbero uscire i suoni.

In una configurazione Atmos, ognuno degli altoparlanti è consapevole della propria distanza dall’ascoltatore, e i suoni provenienti dagli altoparlanti a soffitto lavorano in sintonia con gli altri altoparlanti per offrire un’esperienza sonora surround personalizzata basata sulle proprietà acustiche della propria sala. Il punto fondamentale: mentre gli home theater standard 5.1 o 7.1 possono fornire un suono incredibile da soli, gli home theater abilitati Atmos offrono una nuova dimensione del suono che ti farà sentire come se fossi al cinema.


Allora, qual è la fregatura?

Mentre i diffusori Atmos ad altezza d’uomo possono essere aggiunti praticamente a qualsiasi home theater, è importante sapere che non tutti i contenuti Atmos sono uguali. Ci sono due categorie principali di Dolby Atmos che sono importanti da differenziare.

  • Il Dolby Atmos per lo streaming video è disponibile presso alcuni fornitori di contenuti in streaming su alcuni titoli. Ad esempio, Netflix ha un elenco di film che presentano l’audio Atmos sui dispositivi supportati, e vengono aggiunti regolarmente nuovi titoli. Tuttavia, come molti fornitori di contenuti in streaming, Netflix si affida al Dolby Digital Plus audio come formato audio di base – un buon formato, ma non eccezionale, che è stato compresso dall’originale per facilitare lo streaming. Ciò significa che “streaming Atmos” fornisce dati di altezza per un formato con perdita di dati, e non sarà così impressionante come la colonna sonora Atmos di una copia Blu-ray di un film.
  • Dolby Atmos per Blu-ray è disponibile su alcuni film in Blu-ray standard e sulla maggior parte dei film in Blu-ray 4K. Con i dischi fisici, è più facile includere formati audio di base di qualità superiore rispetto ai film in streaming, perché non ci sono limiti imposti da una connessione internet. La cosa più importante di tutte: le tracce di base dei dischi Blu-ray sono di solito in un formato senza perdita di dati come il Dolby TrueHD, e quindi anche gli altoparlanti in altezza forniscono un audio senza perdita di dati. Se si desidera la migliore qualità audio disponibile, è necessario costruire il proprio home theater con un lettore Blu-ray al centro.

Anche se non c’è dubbio che il Dolby Atmos suoni meglio se usato con i formati audio lossless che con l’audio in streaming, entrambe le implementazioni suonano incredibilmente, e sono entrambe degne di essere aggiornate, a seconda del tuo budget e del tuo ambiente di ascolto.

Cosa ti serve per goderti il Dolby Atmos

Una corretta configurazione Dolby Atmos richiede tre componenti: un dispositivo di riproduzione, un set di altoparlanti o una soundbar e un ricevitore AV.(Naturalmente, avrete bisogno anche di contenuti che includano una colonna sonora Atmos).

Dispositivi di riproduzione

La prima cosa di cui avrai bisogno quando costruirai un home theater abilitato per Atmos è un dispositivo in grado di riprodurre contenuti Atmos. Qualsiasi dispositivo di cui avrai bisogno dipenderà dal tipo di contenuto che guarderai.

Altoparlanti e amplificazione

Armati del dispositivo giusto per riprodurre contenuti Dolby Atmos, successivamente avrai bisogno di altoparlanti e amplificazione per creare il tuo ambiente sonoro perfetto. Ci sono tre categorie principali da prendere in considerazione quando si fanno delle scelte per equipaggiare il proprio home theater con il Dolby Atmos.

  • Le configurazioni con più diffusori abbinati a un ricevitore audio-video sono il metodo più comune per creare una configurazione Dolby Atmos. Si basano su un ricevitore AV per alimentare e decodificare il segnale audio prima di inviarlo a un sistema di diffusori surround (e diffusori di altezza Atmos). Sono anche, di gran lunga, le opzioni più economiche: per avere un home theater Atmos completo in questo modo, avrai bisogno di un ricevitore, un subwoofer amplificato e tra nove e undici diffusori separati.
1.249 Utenti Aiutati

  • Le soundbar abilitate per il Dolby Atmos sono una buona alternativa se la configurazione surround di grandi dimensioni e ingombrante non fa per te. Le soundbar sono ideali per situazioni in cui lo spazio e il budget sono limitati, o se semplicemente preferisci un approccio minimalista. Le soundbar che supportano il Dolby Atmos sono dotate di altoparlanti multipli integrati nell’unità principale che fanno rimbalzare il suono sulle pareti per creare l’effetto diffusore in altezza.
1.319 Utenti Aiutati

  • Cuffie. Le cuffie Dolby-Atmos sono progettate per creare l’effetto audio basato su oggetti direttamente nelle orecchie. Sentire il Dolby Atmos attraverso le cuffie può essere un po’ intenso, in quanto offrono un’esperienza molto più personalizzata rispetto a un setup Dolby Atmos tradizionale. Detto questo, la maggior parte delle cuffie Dolby Atmos si comporta al meglio con le console per videogiochi che supportano Atmos, abbinando l’intensità del gioco con la potenza di una colonna sonora.
2.766 Utenti Aiutati

Le nostre migliori scelte Dolby Atmos

Pronti a tuffarti nella costruzione del tuo home theater Dolby Atmos? Ecco le nostre scelte migliori per i tipi di setup più comuni.

Per l’Home Theater purosangue

Se ami tutto ciò che riguarda l’home-theater e ti piace ascoltare i tuoi contenuti multimediali con il miglior suono surround disponibile, dovrai spendere un piccolo extra per ottenere un buon hardware Dolby Atmos – ma ne varrà la pena. Ecco l’attrezzatura che ti permetterà di arrivarci.

  • Ricevitore Audio Video: Il Denon AVR-X6400H è una centrale elettrica che può pilotare tutti gli undici altoparlanti necessari per il Dolby Atmos, così come fino a due subwoofer per i bassi extra. Adoriamo l’AVR-X6400H per le sue caratteristiche home theater, ma è anche un sistema incredibile per lo streaming e l’ascolto della musica.
  • Altoparlanti: I diffusori surround Klipsch RP-8000F, ha sette incredibili altoparlanti e un enorme subwoofer, e tutti si abbinano perfettamente con un set di diffusori Klipsch R-14SA Atmos. Avrai bisogno di molto spazio per sistemarli tutti, ma ti offriranno un’esperienza Atmos che pochi modelli con un prezzo simile possono eguagliare.
  • Streaming Box: NVIDIA Shield TV è il nostro attuale campione di streaming box; supporta più formati audio e applicazioni di streaming di qualsiasi altro box sul mercato. Il fatto che abbia anche l’assistente digitale di Google Home integrato è un vero spasso.
  • Lettore Blu-ray: L’UBP-X800 di Sony è una vera e propria powerhouse che supporta l’HDR, ha il WiFi integrato e include anche alcune applicazioni di streaming proprie.

Per fan della Soundbar

Se sei un appassionato del suono, ma non hai abbastanza spazio per un allestimento completo – o vuoi solo una soluzione Dolby Atmos a prezzi accessibili che non ti faccia scappare via… ecco le nostre scelte.

  • Console di gioco: La Xbox One di Microsoft supporta lo streaming di titoli in Dolby Atmos su Netflix, e si dà il caso che includa anche un lettore Blu-ray integrato che supporta Atmos basato su disco, in modo da ottenere il meglio di entrambi i mondi.

  • Soundbar: La soundbar SK9Y di LG è di gran lunga la migliore soundbar Dolby Atmos disponibile – offre un audio incredibile attraverso i suoi molteplici altoparlanti, ha la funzionalità Chromecast integrata, e include un potente subwoofer. Non è economica – ma se vuoi davvero ottenere Atmos da una soundbar, questa è sicuramente la scelta migliore.

Per Gamer

Dolby Atmos non è solo per film e spettacoli televisivi! Molti nuovi videogiochi includono colonne sonore Dolby Atmos, in modo che i giocatori possano immergersi ancora di più nell’azione. Ecco le nostre scelte migliori per rendere l’Atmos parte del tuo impianto di gioco.

  • Console di gioco: La Xbox One di Microsoft è dotata di integrazione Dolby Atmos, il che la rende una scelta molto migliore di una Sony Playstation o di un Nintendo Switch. La cosa migliore è che supporta direttamente le cuffie Dolby Atmos, quindi non sono necessari costosi ricevitori audio-video o altoparlanti. (Attenzione: dopo aver acquistato una Xbox One, è necessario acquistare, scaricare e installare l’applicazione Dolby Atmos per cuffie. A 15 dollari, è un piccolo prezzo per sbloccare il suono surround basato su oggetti per i giochi).

  • Cuffie: Plantronics, uno dei più grandi nomi delle cuffie per ufficio, ha sviluppato le RIG 600, che lavorano con Xbox One per creare paesaggi sonori che mettono l’utente al centro dell’azione. Sono potenti, comode, ben progettate e sorprendentemente convenienti.