Come lavarsi le mani correttamente – Guida 2021

Il modo più semplice per proteggersi dalle malattie è lavarsi le mani. Ma come si fa a farlo correttamente e quali saponi si devono usare? Noi di ticonfronto abbiamo la risposta giusta a questa domanda!

L’igienizzante per le mani è solo una parte complementare di una buona igiene delle mani. In altre parole, è più importante che ti lavi le mani correttamente piuttosto che usare eccessivamente i disinfettanti per le mani.

Perché è così importante lavarsi le mani?

È sempre vitale lavarsi le mani, indipendentemente dal fatto che ci siano o meno degli insetti in giro. Lavandosi le mani si riduce il rischio di trasferire virus ad altri. Batteri e virus possono essere trasmessi su superfici toccate di frequente come i corrimano, le maniglie delle porte, le superfici della metropolitana e tutti i tipi di superfici nelle aree pubbliche. 

Probabilmente tocchi più cose mentre vai al lavoro di quanto pensi, e quando poi ti tocchi la faccia, ti pulisci il naso o ti strofini gli occhi, aumenti le possibilità di far entrare quei batteri o virus nel tuo sistema.

Quanto spesso ci si dovrebbe lavare le mani?

Il Ministero dell Salute raccomanda di lavarsi le mani nelle seguenti circostanze:

  • Dopo essere entrati in casa dopo essere stati all’aperto o in spazi pubblici
  • Dopo aver usato il bagno
  • Prima della preparazione dei pasti e prima di mangiare

e molte altre raccomandazioni.

Come ci si lava le mani?

Sciacquare le mani con un po’ d’acqua e poi asciugarle sui pantaloni per asciugarle velocemente? Sbagliato! Lavarsi le mani correttamente richiede un po’ più di attenzione e di tempo.

  1. Sciacquati le mani con un po’ d’acqua e insaponale abbondantemente con il sapone.
  2. Insapona le mani a sufficienza, assicurandoti di coprire sia la parte superiore che i palmi delle mani e anche un po’ i polsi.
  3. Lava via tutto il sapone.
  4. Asciuga accuratamente le mani, sia attraverso l’uso del tuo asciugamano che di un pezzo di carta.

Un lavaggio completo delle mani richiede circa 30 secondi dall’inizio alla fine.

Quale tipo di sapone è il migliore?

Saponette, saponi schiumosi, saponi liquidi o opzioni antibatteriche: c’è molto da scegliere. Quale tipo è effettivamente il migliore? La cosa più importante è che tu usi correttamente il sapone che hai quando ti lavi le mani.

Se usi saponette, assicurati di sciacquare la saponetta dopo l’uso e di lasciarla asciugare completamente, aiuta a far durare il sapone più a lungo. Se però più di una persona usa il sapone, un dispenser a pompa potrebbe essere un’alternativa migliore.

Va benissimo usare il sapone normale, quindi non hai bisogno di saponi antibatterici. Il fatto è che la ricerca ha dimostrato che l’uso di saponi antibatterici può aumentare i fattori di rischio per lo sviluppo di allergie e sensibilità nei neonati e nei bambini sotto i 18 anni.