Piastra per capelli: guida all’acquisto

La piastra per capelli è sicuramente uno degli accessori che devono essere presenti in casa propria dato che grazie a questo semplice strumento è possibile creare dei look perfetti e dare una forma perfetta ai propri capelli.

Scopriamo ora come si sceglie il migliore modello possibile che rispecchi perfettamente tutte le tue esigenze.

La temperatura della piastra

Il primo dato che bisogna considerare quando si deve scegliere la piastra per capelli riguarda la temperatura.

In commercio esistono tanti modelli di piastre che raggiungono determinate temperature ma quando si deve svolgere la scelta bisogna scartare a priori quelle che hanno un solo grado di calore fisso.

Questo per il semplice fatto che se questo dovesse essere troppo elevato, anche qualche secondo aggiuntivo potrebbe comportare la bruciatura dei capelli.

Se invece la temperatura raggiunge un livello eccessivamente basso, la piega che viene effettuata potrebbe non essere così precisa come si vorrebbe.

Pertanto, in fase di decisione finale, è sempre importante far ricadere la propria decisione finale su un modello che permette di avere il controllo della temperatura.

Questo anche per un ulteriore motivo fondamentale, ovvero il fatto che ogni tipo di capello potrebbe essere tollerante a un grado di temperatura specifico, quindi occorre poter regolare il calore proprio per evitare che un eventuale errore possa avere delle grosse ripercussioni sui propri capelli e rovinarli o impedire la creazione del look perfetto che si spera di creare.

La tecnologia della piastra per capelli: tradizionale, vapore, infrarossi


Quando ti trovi a dover scegliere questo modello devi prendere in considerazione la tecnologia della piastra.

Quando facciamo riferimento su questo concetto ci rivolgiamo alla diverse modalità di funzione, quindi devi sapere che ne esistono tre, di cui la prima è quella a conduzione del calore, ovvero la versione classica con le piastre che si riscaldano e ti permettono di fare la piega in maniera ottimale.

La seconda tipologia è rappresentata dal vapore: in questo caso oltre al calore delle piastre viene prodotto il vapore il quale ha molteplici scopi, ovvero rendere meno lungo il periodo di utilizzo dello strumento, danneggia molto meno i capelli e allo stesso tempo rende la piega maggiormente duratura nel tempo.

Infine vi è la piastra a infrarossi, la quale è totalmente differente: i raggi prodotti agiscono sul capello permettendo una piega completa senza l’utilizzo di alte temperature ed evitando che il capello venga minimamente danneggiato, ulteriore motivo per il quale questo modello, che tende a essere quello maggiormente costoso, è anche quello che viene maggiormente gettonato.

La dimensione della piastra per capelli

Il solo controllo completo della temperatura non è l’unica caratteristica sulla quale devi prestare la massima attenzione.

Al contrario, invece, il secondo parametro che devi considerare quando devi scegliere questo strumento è rappresentato dalla dimensione della parte riscaldata della piastra.

Ora ti potresti domandare come mai questo strumento deve essere scelto prendendo in considerazione anche le sue dimensioni.

Ebbene devi sapere che la misura della piastra assume una grande importanza e deve essere relazionata alla lunghezza e quantità dei tuoi capelli.

Questo perché, sbagliando la misura, rischieresti semplicemente di non poter sfruttare al massimo il potenziale che contraddistingue questo strumento per la modellazione dei capelli.

Per esempio se hai i capelli lunghi, comprare una piastra compatta potrebbe essere una mossa errata, in quanto spenderesti un quantitativo di tempo elevato per poter creare l’acconciatura perfetta che rispecchia il tuo look e allo stesso tempo potresti ritrovarti con i capelli acconciati perfettamente in una particolare zona e completamente privi di una definizione in un’altra.

Ecco quindi che scegliere la dimensione grande quando hai tanti capelli e optare per un modello compatto quando invece i capelli sono corti rappresenta la scelta ideale che devi necessariamente adottare.

Solamente considerando questa sorta di proporzione hai la concreta sicurezza di poter dare vita a dei look che sono perfetti e piacevoli da vedere sotto ogni punto di vista.

Il rivestimento della piastra

Un altro dettaglio che devi considerare in fase di scelta è rappresentato dal rivestimento che deve necessariamente caratterizzare la piastra che intendi acquistare.

In questo caso devi sapere che il materiale migliore in assoluto è la ceramica, la quale permette al calore di essere condensato all’interno delle parti metalliche e fare in modo che i tuoi capelli possano essere modellati con estrema precisione.

Inoltre, oltre al materiale del rivestimento che compone la piastra, i modelli maggiormente professionali sono quelli caratterizzati da una funzione ionizzante negativa.

Grazie a questa potrai notare come la piega che effettui sia maggiormente perfetta dato che non ti troverai a dover fare i conti con ciocche elettrizzate poco piacevoli da vedere come potrebbe esserti capitato in passato.

Ricorda quindi di prestare la massima attenzione a tutti questi piccoli particolari che ti permettono di poter ottenere la migliore delle soluzioni possibili senza limiti.

Il materiale e il manico della piastra per capelli

Parlando di materiale non bisogna mettere in secondo piano anche quello che caratterizza il manico.

In questo caso, per essere certa che la piastra che hai deciso di acquistare sia realmente professionale, devi assicurarti che il manico sia caratterizzato da un materiale ergonomico.

Come spesso accade, spesso si tralascia questo fondamentale aspetto che, invece, tende a essere essenziale: quante volte hai utilizzato uno strumento che ti ha creato diversi fastidi e ti ha dato una forte sensazione di noia al termine dell’utilizzo?

Ebbene, se scegli una piastra dal manico ergonomico, queste particolari situazioni verranno totalmente prevenute.

In aggiunta ricordati sempre che il calore non si deve propagare verso il manico oppure nella parte esterna della piastra.

Questo potrebbe, infatti, causarti non pochi problemi e dolore visto che scottarsi con le alte temperature non è piacevole.

Analizza quindi la piastra anche sotto questo punto di vista in maniera tale che tu possa usare questo strumento rimanendo completamente soddisfatta del risultato finale ottenuto.


Il design della piastra

Particolare attenzione deve essere riposta al design della piastra, che rappresenta un elemento chiave grazie al quale potrai farti una piega perfetta.

La migliore piastra in assoluto è quella che possiede dei pulsati ergonomici e posizionati in maniera ottimale che permettono effettivamente di avere accesso alle diverse funzioni e impostare una piega perfetta.

Il display deve essere presente visto che questo ti consente di controllare le impostazioni e modificarle qualora tu lo ritenga necessario per rendere la tua piega la migliore in assoluto.

Inoltre la lunghezza del cavo deve essere di almeno due metri, affinché tu non riscontri difficoltà nel riuscire a muovere la piastra e possa stare di fronte allo specchio e osservare come questa deve essere svolta.

I capelli asciutti, bagnati e la piastra

Quando devi scegliere la piastra per capelli devi necessariamente considerare anche le opzioni di utilizzo per quanto riguarda la condizione dei tuoi capelli.

In questo caso devi considerare il fatto che la migliore delle soluzioni consiste nell’acquisto di una piastra che ti permetta di effettuare un lavoro di piega sia sui capelli asciutti che su quelli bagnati.

La piastra professionale ti permette di lavorare anche sulle ciocche che sono leggermente umide senza che queste vengano bruciate o elettrizzate e allo stesso tempo potrai anche evitare che lo strumento in questione possa effettivamente subire dei danni mentre viene utilizzato quanto i tuoi capelli non sono perfettamente asciutti.

Cerca quindi di prendere in considerazione anche questo particolare dettaglio in maniera tale che tu possa avere l’occasione di creare il tuo look perfetto senza dover effettivamente far fronte a delle situazioni che possono essere tutt’altro che ottimali da fronteggiare.


Le marche della piastra

Quando devi scegliere una piastra ricordati sempre di far ricadere la tua decisione finale su un modello possibilmente noto, ovvero di un marchio che si occupa da anni di realizzare questo tipo di strumenti e che si contraddistingue per l’elevato grado di tecnologia e allo stesso tempo hai l’occasione di scegliere uno strumento professionale che ti consente di raggiungere un ottimo risultato, ovvero avere una piega perfetta.

Tra quelli maggiormente noti spiccano Imetec, Rowenta e Remington, che rappresentano il top gamma.

Ricordati sempre che la piastra deve essere uno strumento grazie al quale dai vita ai tuoi look preferiti, quindi scegliendo quella che si sposa alle tue esigenze potrai raggiungere questo obiettivo senza riscontrare problemi di alcun tipo.